SPRING 2014 BRIDAL COLLECTIONS


Ogni coppia pronta a fare il grande passo desidera che il proprio matrimonio sia un giorno indimenticabile. Così, i futuri sposi, tra ingenuità ed emozione, trascorrono mesi e mesi prima della data speciale avventurandosi nella scelta della location, del menu, delle bomboniere e altro ancora. Lunghi preparativi, che talvolta si rivelano fonte di stress, per rendere il giorno più bello un evento unico ed impeccabile. E poi c'è l'abito da sposa. Che vi sposiate nel sud della Francia, nei pittoreschi paesaggi e profumati di lavanda della Provenza, per un matrimonio dal sapore country chic, o che decidiate di convolare a nozze in una villa rinascimentale con giardino all'italiana, come l'incantevole La Cervara, a picco sul mare di Portofino, poco importa: il vestito bianco è il protagonista, capace di determinare l'umore della donna. Ecco allora che le future mogli si ritrovano a scegliere tra metri e metri di pizzo e mikado, duchesse e tulle in delicate declinazioni del bianco. Romantiche e non, la maggior parte di esse preferisce il lungo abito tradizionale, nonostante molti atelier oggi propongano eleganti mini dress. 
Di seguito una gallery di immagini dalle sfilate sposa donna della primavera 2014.
Il brand americano Angel Sanchez ha sviluppato una collezione in cui ha ripreso la tendenza del peplum e ha eseguito dei briosi giochi di perline su base di organza. Inoltre, silhoutte architettoniche e strutturate sono il fil rouge di tutto il lavoro del designer, che prima di progettare linee di abiti di sposa, era un architetto. Anna Maier rivisita le tradizionali creazioni sartoriali da sposa conferendo loro un allure contemporanea impiegando pizzi in rilievo, tessuti iridescenti argentei e scollature a cuore. Carolina Herrera ha lavorato sulle variazioni del pizzo: da motivi grafici dipinti a mano fino a decori metallici. Per quanto riguarda le linee, Herrera soddisfa tutte con abiti ampi, dritti, a sirena e corti. Tulle, taffetà e pizzo nella collezione di Marchesa per una donna romantica ed eterea. Monique Lhuillier ha creato sia cocktail dress e spolverini in pizzo per una sposa più sobria sia capi che comprendono gonne in tulle staccabili per un matrimonio stile favola. Oscar de la Renta invece, come sempre, crea abiti per farci sentire delle vere principesse. In questa collezione spazio a  decori floreali in organza, ai grandi volumi e al pizzo Chantilly. La palette di colori vira dal bianco all'avorio, con due eccezioni in un delicato rosa e l'altro con sfumature indaco. Ispirato agli sfarzi di Versailles, Theia White propone abiti interamente decorati di perline e gonne avorio in crepe con inserti di pizzo. 



Dopo il salto, altre immagini 






FACEBOOK| TWITTER| BLOGLOVIN'| PINTEREST| INSTAGRAM
L.

letizia casali

Nessun commento:

Posta un commento

Instagram